Quello che Shakespeare non ha mai raccontato

ottobre 23rd, 2016|1 Comment

In 33 anni ho visto migliaia di adulti, bambini, ragazzi, vecchi di ogni estrazione sociale e istruzione inginocchiarsi di fronte a qualcuno o a qualcosa e pregare per diventare i protagonisti, protagonisti di una recita, di una [...]

Portami un pomeriggio al parco – II parte

ottobre 17th, 2016|1 Comment

Per chi non ha letto il post precedente, ecco un breve riassunto: non ho figli, quindi motivi per entrare in un parco per bambini ne ho quanti un pollo che si tuffa nel brodo tenendo in [...]

Portami un pomeriggio al parco con i bambini

agosto 18th, 2016|1 Comment

Ho una marea di amiche figliate e, tra i tanti traumi che non vogliono provocare ai propri figli, elencano le seguenti cose: lasciarmi con loro da sola per più di dieci minuti portarmi al parco dei piccoli [...]

Ombre Salentine, tetti, comignoli, sole e silenzi

maggio 15th, 2016|0 Comments

Vedi delle pareti, dei comignoli assonnati, il cielo che non si stacca dall'ingenuità di un nuovo giorno e poi ombre, finestre, linee perfette, sole, sole ovunque, anche dove non può entrare. Nessun orizzonte inflazionato, nessun romanticismo imballato, [...]

Naked è…?

marzo 27th, 2016|1 Comment

Naked è crudo. Naked è claustrofobico. Naked è vero. Questo è Naked raccontato da chi lo ha messo al mondo. Lancio mille pensieri mentre mi riportano a casa. Naked è...? Scrivo di getto, in macchina, senza né carta [...]

Commesso, scusami se ti disturbo

febbraio 8th, 2016|0 Comments

Musica consigliata per questo post: Raphael Gualazzi "A three second breath" Roma, interno giorno. Pascolo in un famoso megastore di elettronica alla sconsiderata ricerca di informazioni per l'altrettanto sconsiderato acquisto di una videocamera. "FranLu, ti presento [...]

Diceva di lei, di sua sorella, di sua madre, di quella nave

dicembre 29th, 2015|3 Comments

Mi arrampicavo sui rami appiccicosi di quel pomeriggio alla ricerca di un po' di silenzio. Da qualche giorno la sensazione di essere in attesa di giudizio, dove ero imputata e vittima, mi opprimeva più del [...]